nell’ultima settimana ho un’incredibile e non umana voglia di latte - se non significasse mettere dieci chili in dieci giorni - berrei soltanto quello dalla mattina alla sera. oggi, cercando informazioni sulla bimba, ho letto che questo è il periodo della gestazione in cui il feto ha più bisogno di calcio e che quindi potrebbero esserci delle carenze nella madre. insomma: voglio quello di cui ho bisogno.
il corpo umano è una macchina perfetta che regala tante piccole meraviglie.

Anonymous asked:
Cara egoteque, sei tu che stai commentando con frasi tipo "cos'ha che non va la gente". TU hai voluto renderlo pubblico e TU paghi le conseguenze di leggere commenti che ti fanno venire il voltastomaco e cose così. Non c'entra un cazzo il tuo paragone, baci alla bimba ;)

La differenza sta nel fatto che io scrivo in uno spazio che tu puoi deliberatamente scegliere di non seguire. Controlla ciò che puoi, non perdere il tuo tempo con persone che non ti piacciono, mi dispiace che tu voglia davvero così poco bene a te stesso da continuare a portare avanti una polemica stupida, senza valide argomentazioni ed evidentemente senza senso. Io ho finito, addio, e grazie per tutto il pesce

Anonymous asked:
Se sai che tumblr è pieno di gente pronta a puntare il dito, evitavi di dirlo. Non penso ti abbiano puntato una pistola contro per farti ammettere ciò che ti è capitato. Se non vuoi che la gente commenti cose spiacevoli della tua vita, non dirle.

In che modo questo tuo discorso è diverso dal divertentissimo “donne se non volete essere stuprate vestitevi castigate”? La libertà di parola è una cosa bellissima, infatti nessuno ti/vi ha privato della possibilità di esprimere la vostra opinione, ma restate delle teste di cazzo. Se non volete sentirvi delle teste di cazzo avete due opzioni: 1) smettere di essere delle teste di cazzo 2) stare zitti, così nessuno vi farà notare che siete delle gran teste di cazzo. 
L’ho già detto “teste di cazzo”?

Anonymous asked:
scusa se te lo dico ma anche io penso sia una stronzata. soprattutto il fatto di non averlo detto ai tuoi

La cosa divertente è che uno dei primi motivi per cui non sono riuscita a dirlo a nessuno è stato per il timore di non essere creduta. Se la vita non avesse avuto la tendenza a non smentirmi mai una volta, se avessi avuto la fortuna di aver incontrato meno persone come te, probabilmente adesso non mi porterei addosso il peso di non sapere se - per colpa del mio silenzio - quegli esseri abbiano potuto fare la stessa cosa a qualcun altro.
Io non ho alcun interesse a farmi credere da te, così come non ne guadagno niente da questa storia: metà dei messaggi che mi stanno arrivando mi fanno venire il voltastomaco, l’altra metà mi fa sentire a disagio; quello che mi fa tristezza è che per l’ennesima volta arrivi qualcuno a pretendere che tutti reagiscano allo stesso modo a determinate esperienze. Quello che mi fa rabbia è che ancora una volta ci si permetta di sindacare le scelte degli altri anche per una cosa così delicata.

Anonymous asked:
come mai non hai detto nulla ai tuoi genitori?

Ho impiegato gran parte della mia vita a cercare di superare il senso di colpa, la vergogna e tutta quella lunga serie di comportamenti apparentemente illogici che ne sono conseguiti. Arrivata al punto in cui denunciare non è più possibile, né tanto meno è possibile cancellare ciò che è successo, dirlo ai miei genitori avrebbe soltanto dato vita a un (altro) dolore egoistico, deleterio e assolutamente non necessario che non avrebbe fatto bene proprio a nessuno.

Bergman Island (2004)

(Source: andreii-tarkovsky)

if you didnt have an avril lavigne phase youre a liar

(Source: hellanaw)

Anonymous asked:
Se è una bugia questa storia della violenza, smettila perché non è come dire che hai 13 anni mentre ne hai 21.

Rinnovo il: cos’ha che non va la gente, ma come funzionate

com’è spiacevole da leggere questo messaggio

mi sale in gola la cena, cos’ha che con va la gente

Anonymous asked:
è tristissimo.. ma che regolarità aveva? praticamente facevate l'amore?

Che scelta di parole infelice, è tristissimo

Anonymous asked:
Chi ti ha violentata?Come hanno reagito i tuoi?

L’autista del pulmino delle elementari; ero sempre l’ultima a tornare a casa, non mi è ancora chiaro se per scelta o semplicemente avessi solo avuto la sfortuna di essere l’ultima del giro. È avvenuto con regolarità fino a che qualche anno dopo la scuola privata che frequentavo non ha più potuto permettersi il bus ed ha sostituito l’autista con un altro auto-munito. Sono tutte cose che avevo rimosso fino a che non mi è successo di nuovo a dodici anni. I miei non hanno reagito in nessun modo perché non lo sapevano, non lo sanno e non lo sapranno.

Ego: Mamma, non ce la faccio più a stare in piedi, per favore la puoi sparecchiare tu la tavola? Vado a mettermi un po' a letto.
M: Va bene.
Madre: ALESSIAAAAAAA, ALESSIAAAA
E: Che c'è?
M: TE NE SEI ANDATA SENZA NEMMENO SPARECCHIARE LA TAVOLA